Corso di alta formazione in Disturbi del comportamento alimentare e Mindfulness – Seconda edizione, 2020

Mindfulness-Based Eating Awareness Training

Il corso di formazione della durata di 70 ore si svolge on line, parte in modalità Fad e parte in modalità webinar.

I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE

Le terapie per i disturbi del comportamento alimentare maggiormente esaminate in letteratura si basano su procedure cognitive-comportamentali e si concentrano specialmente sulla Bulimia Nervosa (BN) e sul Disturbo da alimentazione Incontrollata (BED). Mentre le terapie codificate per l’Anoressia Nervosa (AN) hanno ricevuto minor attenzione (Roth & Fonagy, 2005).
Per quanto riguarda la BN, gli studi riportano che la terapia cognitivo-comportamentale (CBT) riesce a eliminare il binge eating e la prassi della purgazione nel 50% dei casi e a ridurre la gravità dei sintomi in molti altri; inoltre produce un significativo miglioramento sia a livello delle scelte alimentari e della percezione del proprio corpo (Wilson, 2004; 2011).
Nonostante le numerose evidenze scientifiche nell’utilizzo della CBT per il BED (Apple & Agras, 1997; Fairburn, Marcus, & Wilson, 1993), così come la terapia interpersonale per BN e BED (Klerman, Weissman, Rounsaville, & Chevron, 1984), molti pazienti mostrano solamente risposte parziali alla terapia, suggerendo la necessità di interventi integrativi che ne aumentino l’efficacia.
Wilson (1996) afferma che i metodi basati sull’accettazione meritano maggior attenzione. Sulla scia di questo negli ultimi tempi sono stati introdotti numerosi interventi che integrano la mindfulness con procedure cognitivo – comportamentali. La terapia dialettico-comportamentale (DBT; Linehan, 1993) è stata adattata per il BED e la BN, la terapia cognitiva basata sulla mindfulness (MBCT; Segal, Williams, & Teasdale, 2002) è stata applicata al BED ed infine, la Terapia dell’Accettazione e dell’Impegno è stata applicata all’AN (ACT; Hayes, Strosahl, & Wilson, 1999).
Inoltre, è stato ideato un programma specifico basato sulla mindfulness per la consapevolezza alimentare utilizzato principalmente nel BED e nell’obesità (MB- EAT (Mindfulness-Based Eating Awareness); Kristeller & Hallett, 1999).

IL MINDFULNESS-BASED EATING AWARENESS TRAINING
Il protocollo Mindfulness-Based Eating Awareness Training (MB-EAT,Kristeller & Hallett, 1999; Kristeller & Wolver, 2011) è un programma evidence based, che integra MBSR e CBT utilizzando i principi di mindful eating e le teorie di regolazione nell’assunzione di cibo.
Il protocollo MB-EAT si struttura in 9 incontri e due di followup finalizzati al miglioramento del proprio comportamento alimentare e più in generale allo sviluppo di un più salutare ed equilibrato atteggiamento verso il cibo.
L’MB-EAT è principalmente focalizzato ad eliminare o quantomeno a ridurre comportamenti di scarsa consapevolezza nel mangiare, lo stress correlato al mangiare, le modalità disfunzionali nel comportamento alimentare (es. emotional ed external eating), molto frequenti nel BED e nell’obesità, attraverso l’applicazione di pratiche di mindfulness e di mindful eating.
Basandosi sull’utilizzo della propria saggezza interna ed esterna, il mindful eating favorisce una maggiore consapevolezza dell’aspetto sensoriale dell’esperienza del cibo, a riconoscere i triggers emotivi dai segnali interni legati alla fame e alla sazietà ed ai bisogni del proprio corpo o quelli esterni (es. pubblicità di prodotti alimentari). Ciò contribuisce a fare scelte alimentari più consapevoli, mantenendo il piacere del cibo, senza sfociare nell’ iperalimentazione e nelle conseguenze negative ad essa legate come i sensi di colpa e lo stress.
Nel modello MB EAT le abilità mindfulness sono utilizzate per contrastare la tendenza al mangiare in automatico, tipico dei comportamenti di iperalimentazione e perdita di controllo, che rappresentano strategie disfunzionali per evitare le emozioni spiacevoli. Queste abilità insegnano ad acquisire una consapevolezza non giudicante e costante dei propri stati emotivi, dei pensieri e sensazioni fisiche nel momento in cui si presentano, permettendo di evitare una reazione impulsiva.
Durante il training si apprendono le pratiche di mindfulness ed gli esercizi di mindful eating finalizzati all’intervento clinico sul DCA, con momenti di condivisione in gruppo e riflessioni personali per coltivare la consapevolezza mindful. Inoltre verranno fornite istruzioni didattiche sull’applicazione dei programmi di mindful eating, role-playing ed, approfondimenti sui disturbi alimentari e sull’obesità.

Scarica il programma completo

Mindfulness-e-disturbi-alimentari-seconda-edizione

Ti potrebbe interessare